La politica in Iran

Per avere un quadro complessivo della situazione iraniana si possono leggere vari interventi di donne iraniane che hanno parlato al Congresso dell’Arci (qui) o commenti di osservatori e analisti che vivono in Germania ma sono di origine iraniana come Hamid Mohseni (qui), o accademici conoscitori della realtà iraniana come Janet Afari e Kevin B. Anderson… Continua a leggere La politica in Iran

Amnesty :: Si chiuda Guantanamo

La struttura di detenzione militare di Guantánamo Bay è una macchia evidente e di vecchia data della situazione dei diritti umani degli Stati Uniti. Trasferimenti segreti, torture, sparizioni forzate, totale diniego del diritto a un giusto processo. Questo è quello che perpetuano da 21 anni le autorità degli Stati Uniti a Guantánamo, la prigione costruita con l’obiettivo di ottenere informazioni d’intelligence… Continua a leggere Amnesty :: Si chiuda Guantanamo

“Lula, ascoltaci”. Le donne Yanomami scrivono al presidente neoeletto

Qui riportiamo, solo in parte, un articolo di Laura Burocco, apparso su il manifesto del 16 dicembre. Ci informa e sintetizza la lettera che le donne Yanomami, durante il loro XIII Encontro, hanno scritto e inviato al neoeletto presidente Lula. La lettera è in portoghese e Yanomami ma cercheremo presto di proporvela tradotta in italiano.… Continua a leggere “Lula, ascoltaci”. Le donne Yanomami scrivono al presidente neoeletto

L’ultimo uomo

Quella che segue è la traduzione di una lettera, arrivata il 6 settembre 2022, a cura di “Survival”, la Ong che si occupa dei popoli indigeni perseguitati e oggetto di genocidio nel mondo. Il titolo è del blog di “Sviluppo felice“. Ciò che colpisce di più in questa crudelissima storia è che spesso i genocidi… Continua a leggere L’ultimo uomo

Iran, la “rivoluzione” dei lavoratori

Qualche settimana fa avevamo segnalato un articolo nel quale si raccontava il tentativo di riorganizzazione del “consigli di fabbrica” nelle industrie iraniane (iran-le-lotte-operaie-e-la-riemersione-dei-consigli-di-fabbrica/). Questa volte riportiamo un articolo di Stella Morgana, esperta di cose iraniane, apparso sulla rivista il Mulino, che riflette sul comportamento della classe operaia in questa drammatica fase di proteste sociali contro… Continua a leggere Iran, la “rivoluzione” dei lavoratori

Saharawi. Occupati e affamati!

Ai Mondiali di calcio il Marocco entra in semifinale sconfiggendo ai rigori la Spagna. Il paese festeggia, mentre occupa illegittimamente, secondo l’ONU, quella fetta di territorio che il neocolonialismo chiama Sahara Occidentale mentre una volta veniva chiamato Sahara spagnolo. La costa atlantica è ampiamente antropizzata e occupata da popolazioni marocchine che sono state spinte all’emigrazione… Continua a leggere Saharawi. Occupati e affamati!

Cosa accade in Cina?

Un interessantissimo, articolato ed esauriente intervento, apparso su il manifesto, di Simone Pieranni (uno dei massimi esperti di questioni cinesi), ci aiuta a capire cosa sta accadendo in questi giorni e apre ad ipotesi dell’immediato futuro. Se Mao scende in piazza contro il Partito comunista

Il Capitalismo 2.0 scopre che la Rete non si mangia

I numeri sono drammatici, dall’inizio dell’anno le imprese delle “piattaforme digitali” hanno perso oltre 120.000 addetti e non è finita! Qualcuno dice che è scoppiata la “bolla digitale” e ci ricorda che “il futuro è analogico”: ciò che tiene il mondo in vita e garantisce l’accumulazione costante del capitale sono le merci concrete. Non è… Continua a leggere Il Capitalismo 2.0 scopre che la Rete non si mangia

Fermiamo il commercio con gli insediamenti illegali in Israele

Appello 29 NOVEMBREIniziativa Cittadini Europei Fermiamo il commercio con gli insediamenti illegali Noi, 49 associazioni e organizzazioni della società civile italiana, sosteniamo la campagna europea per fermare il commercio con gli insediamenti illegali. Riteniamo vergognoso che nel 2022 esista ancora la colonizzazione. Da più di mezzo secolo Israele occupa e colonizza i territori palestinesi. Malgrado… Continua a leggere Fermiamo il commercio con gli insediamenti illegali in Israele

Fermiamo l’aggressione militare turca in Kurdistan

COMUNICATO STAMPA del KNK (Kongreya Neteweyî ya Kurdistanê, Kurdistan National Congress) Il 20 novembre a mezzanotte, aerei da guerra turchi hanno iniziato a bombardare ospedali, scuole e altri obiettivi civili dentro e intorno a Kobanê, compreso il villaggio di Belûniyê a Shahba, a sud-ovest di Kobanê, che ora è popolato da sfollati curdi di Afrin,… Continua a leggere Fermiamo l’aggressione militare turca in Kurdistan

YPG/YPJ International chiede di agire contro gli attacchi turchi al nord-est della Siria.

“Chiediamo alle persone di tutto il mondo che apprezzano la democrazia, l’uguaglianza e la libertà delle donne di far luce su ciò che sta accadendo in Rojava e di agire per mettere far pesare ai governi mondiali la responsabilità della loro complicità nei crimini della Turchia”.Domenica 20 novembre 2022, 12:33 YPG/YPJ International ha rilasciato una… Continua a leggere YPG/YPJ International chiede di agire contro gli attacchi turchi al nord-est della Siria.

Mondiali insanguinati, Federazioni Gioco Calcio ipocrite

Secondo l’esplosiva inchiesta del Guardian, risalente al febbraio 2021, in Qatar sarebbero morti ben 6500 lavoratori dal 2 dicembre 2010, anno in cui il ricco stato della penisola araba ottenne l’assegnazione dei Mondiali di Calcio. Il governo qatariota replicò: “Molti di essi vivevano qui da anni e sono deceduti per vecchiaia, o altre cause naturali. Le… Continua a leggere Mondiali insanguinati, Federazioni Gioco Calcio ipocrite