Democrazia politica deepfake

La costruzione di fake news ha fatto un salto di qualità. Oggi sui social lo scontro politico si serve dell’intelligenza artificiale. Così nascono le deepfake: le immagini, i filmati, le voci si fanno più convincenti, non necessariamente più credibili ma certamente più apprezzabili. Girano rapidamente nel web ed è irrilevante che siano dei falsi: piacciono,… Continua a leggere Democrazia politica deepfake

Elezioni. Il miracolo francese …di Marco Revelli

Mentre gli elettori europei con il massiccio non voto e i voti dati ai sovranisti e alle destre nazionaliste ha espresso una critica netta a questa Europa, che non è l’Europa dei popoli (critica della quale non si vuole parlare!). La Francia ha reagito al rischio di una vittoria della destra sovranista. E’ tempo di… Continua a leggere Elezioni. Il miracolo francese …di Marco Revelli

Nucleare e Intelligenza Artificiale …di Mario Agostinelli

[…] Ad ora, purtroppo, la proliferazione dell’ordigno termonucleare e l’accelerata diffusione della Intelligenza Artificiale (IA) caratterizzano e mettono a fuoco il passaggio ad un’era in cui la sopravvivenza biologica del vivente e il libero arbitrio dell’umano vengono nuovamente posti a rischio dalla disponibilità di enormi densità energetiche, create artificialmente in funzione di un potere incontrollabile… Continua a leggere Nucleare e Intelligenza Artificiale …di Mario Agostinelli

L’Occidente in decadenza continua a essere un modello …di Raúl Zibechi

Il vero problema è che nel mondo non c’è al momento un’alternativa al capitalismo (non lo è nemmeno la Cina!) e la Terza guerra mondiale è in corso da oltre 60 anni. Molti restano schiacciati sotto un pensiero critico colonialista e non vedono qualcosa di diverso dagli stati-nazione come teatri di cambiamento. Le alternative possiamo… Continua a leggere L’Occidente in decadenza continua a essere un modello …di Raúl Zibechi

Sperare nella logica del desiderio …di Lea Melandri

Io vorrei. Dell’“erba voglio” si dice proverbialmente che non cresce neppure nel giardino del re. Eppure c’è stato un tempo, una stagione “breve, intensa ed esclusiva”, in cui è comparsa nei luoghi più impensati: dalla scuola alle fabbriche, agli interni di famiglia. Tra gli anni Sessanta e Settanta, nella fase di massima espansione della società… Continua a leggere Sperare nella logica del desiderio …di Lea Melandri

E’ partita la campagna #180bene comune

Luogo più simbolico, a fare da sfondo alla presentazione ufficiale della campagna #180benecomune, non si poteva trovare. La Fattoria di Vigheffio, a due passi da Parma, uno dei luoghi dove si è dimostrata possibile la costruzione di alternative al manicomio, l’abbattimento di sbarre e muri, l’incontro dei “matti” col territorio e la sua gente intorno.… Continua a leggere E’ partita la campagna #180bene comune

L’alternativa al neocolonialismo del “piano Mattei” …di Monica Di Sisto

[…] L’alternativa al piano Mattei governativo si potrebbe spendere, a livello sociale, questo anno di G7 italiano per creare uno spazio politico che elabori un “Piano Ostrom”. Un piano, cioè, che provocatoriamente potremmo dedicare alla politologa Elinor Ostrom, che ha vinto un premio Nobel dell’economia dimostrando la gestione comunitaria costruita intorno ai beni comuni è… Continua a leggere L’alternativa al neocolonialismo del “piano Mattei” …di Monica Di Sisto

Elezioni :: La presa di Palazzo Oropa

Comunicato del Coordinamento antifascista biellese Non è stato un capolavoro politico quello del feudatario locale Andrea Delmastro, troppo facile la presa di Palazzo Oropa. Dopo cinque anni di silenziosa e inefficace opposizione del centro sinistra, per il PD era difficile mettere insieme una lista alternativa e credibile. La sinistra sinistra istituzionale, in questi anni mai… Continua a leggere Elezioni :: La presa di Palazzo Oropa

Elezioni :: A che punto è la notte …di Marco Revelli

Una analisi politica del voto di giugno, un’occasione per smontare la narrazione di regime avvallata dalla stampa allineata o “distratta”. Un breve saggio di Marco Revelli apparso su Volere la luna. Nel blog trovate anche un breve comunicato/commento sulle elezioni di Biella. Un’altra occasione per avviare un confronto sui compiti di una sinistra antifascista e… Continua a leggere Elezioni :: A che punto è la notte …di Marco Revelli

Coordinamento antifascista :: partecipazione e politica

Davvero vogliamo compilare gli elenchi dei fascisti nelle istituzioni o nella vita pubblica? davvero ci interessa chiedere a chi sta, a vario titolo, nelle istituzioni una dichiarazione di antifascismo? non ci basta riconoscere gli avversari da ciò che dicono e dalle scelte che compiono? la schiera dei nemici non è forse molto, molto più vasta?… Continua a leggere Coordinamento antifascista :: partecipazione e politica

Il problema è il rifiuto del lavoro iper-precario …di Sergio Bologna

Hanno ragione i Neet, persone di età compresa fra i 15 e i 29 anni che non lavorano, non studiano e non stanno seguendo un percorso di formazione. Perché nulla è possibile fare con 5-7 euro l’ora, né studiare, né vivere. Il problema è il rifiuto del lavoro iper–precario.“La priorità oggi è fare fronte comune… Continua a leggere Il problema è il rifiuto del lavoro iper-precario …di Sergio Bologna

La povertà in Italia …di Roberto Ciccarelli

Oltre la propaganda l’Istat ci fornisce dati utili, anche se contraddittori, per capire la realtà sociale italiana e le linee di tendenza di questi anni. Una tendenza consolidata, che le politiche economiche dei governi hanno amplificato, non solo a partire dall’attuale governo. Può essere utile leggere la realtà per capire e liberarci così dalle narrazioni… Continua a leggere La povertà in Italia …di Roberto Ciccarelli

Il debito di guerra …di Marco Bersani

Oggi, se vogliamo uscire dall’economia del profitto servono due passi radicali: avere consapevolezza che la guerra è il massimo dell’incuria, della distruzione e che ad essa bisogna opporsi con tutti i mezzi e “smascherare la narrazione ideologica e artificiale costruita attorno al debito”. Il debito è da decenni un debito di guerra ed ha l’unico… Continua a leggere Il debito di guerra …di Marco Bersani

Il “movimento che si difende”

Solo gli idioti (di destra, di centro o di sinistra) credono nei complotti.Ma c’è una categoria che i complotti li inventa, questi non sono idioti, sono donne e uomini che stanno al potere nelle imprese, nelle istituzioni internazionali, al governo delle Nazioni. Qui da noi hanno inventato che esista “…una regia nazionale ad opera di… Continua a leggere Il “movimento che si difende”

“Giorgia”: una candidatura e quattro inganni …di Rocco Artifoni

Giorgia Meloni alla fine è “scesa in campo” anche per le prossime elezioni europee ed è riuscita a raggruppare in una sola volta almeno quattro inganni. Primo. Meloni si candida capolista in tutte le cinque circoscrizioni elettorali europee, pur sapendo che non può essere eletta cinque volte. Se venisse eletta in più di una circoscrizione,… Continua a leggere “Giorgia”: una candidatura e quattro inganni …di Rocco Artifoni

Un libro :: “Spezzare l’Italia”

Una ricostruzione attenta che affronta gli stravolgimenti della Costituzione di questi ultimi 30 anni. Questo è il contenuto del libro di Francesco Pallante. Spezzare l’Italia, per Einaudi. Ne scrive, su il manifesto, Claudio De Fiores.Nessuna forza politica è immune: amministrazione improvvisata, superficialità e debolezza politica hanno favorito un disegno condiviso da tutti, che mirava a… Continua a leggere Un libro :: “Spezzare l’Italia”