Decifrare un conflitto, comprendere le guerre

Suggeriamo un percorso di letture di Tommaso Di Franceco, apparso su il manifesto del 23 dicembre, per attraversare significati e storia della guerra in Ucraina. Due saggi: Francesco Strazzari, Frontiera Ucraina. Guerra geopoliche e ordine internazionale. il Mulino; Noam Chomski, Perché l’Ucraina? Ponte alle Grazie. E un reportage di Andrea Sceresini e Lorenzo Giroffi, La… Continua a leggere Decifrare un conflitto, comprendere le guerre

Appello per una conferenza per la pace nel mediterraneo

COMUNICATO STAMPA DALLA SOCIETÀ CIVILE MEDITERRANEA UN APPELLO PER UNA CONFERENZA PER LA PACE NEL MEDITERRANEOIN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE PER LA PACE “Chiediamo un impegno dei Vostri Governi ad avviare un processo per dichiarare il Mediterraneo mare di pace, che unisce i popoli e le loro culture. Un Mediterraneo denuclearizzato, demilitarizzato e neutrale” Questa la richiesta… Continua a leggere Appello per una conferenza per la pace nel mediterraneo

Per la pace contro la guerra obiettiamo e disertiamo!

Oggi in Russia gli obiettori rischiano di finire nei campi di rieducazione in isolamento e condizioni estreme, in Ucraina chi rifiuta il servizio militare è considerato “traditore della patria” e può essere condannato dai 3 ai 15 anni di prigione. Chi può fugge o si nasconde, i più restano nascosti in silenzio. L’Europa ha il… Continua a leggere Per la pace contro la guerra obiettiamo e disertiamo!

Le guerre continuano… e il fatturato delle armi cresce

Le guerre non si fanno per un ideale e nemmeno per un’ideologia. Anche le Crociate, all’inizio del secondo millennio, non erano “religiose”, sono state il primo potente motore dell’economia dell’Occidente “precolonialista“. Tutt’al più gli ideali e le ideologie servono a giustificare le guerre, a dare loro una veste politica e mitica, per essere raccontate. D’altronde… Continua a leggere Le guerre continuano… e il fatturato delle armi cresce

Fermiamo l’aggressione militare turca in Kurdistan

COMUNICATO STAMPA del KNK (Kongreya Neteweyî ya Kurdistanê, Kurdistan National Congress) Il 20 novembre a mezzanotte, aerei da guerra turchi hanno iniziato a bombardare ospedali, scuole e altri obiettivi civili dentro e intorno a Kobanê, compreso il villaggio di Belûniyê a Shahba, a sud-ovest di Kobanê, che ora è popolato da sfollati curdi di Afrin,… Continua a leggere Fermiamo l’aggressione militare turca in Kurdistan

YPG/YPJ International chiede di agire contro gli attacchi turchi al nord-est della Siria.

“Chiediamo alle persone di tutto il mondo che apprezzano la democrazia, l’uguaglianza e la libertà delle donne di far luce su ciò che sta accadendo in Rojava e di agire per mettere far pesare ai governi mondiali la responsabilità della loro complicità nei crimini della Turchia”.Domenica 20 novembre 2022, 12:33 YPG/YPJ International ha rilasciato una… Continua a leggere YPG/YPJ International chiede di agire contro gli attacchi turchi al nord-est della Siria.

La guerra che verrà

La guerra che verràLa guerra che verrà non è la prima.Prima ci sono state altre guerre.Alla fine dell’ultima c’erano vincitori e vinti.Fra i vinti la povera gente faceva la fame.Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente.Bertolt Brecht Questo messaggio è promosso da: Angelo Baracca, Carlo Belli Antonio Bruno, Antonio Camuso, Giancarlo Canuto,… Continua a leggere La guerra che verrà

4 novembre :: Una brutta pagina della storia

Cosa dobbiamo festeggiare? nulla! Cosa o chi possiamo commemorare? i morti, solo i morti! Cosa possiamo ricordare? che è stata una delle pagine più orrende della storia d’Italia: una strage senza scopo, un disastro economico, la premessa all’avvento del Fascismo! Cosa possiamo fare? parlarne, fare critica storica, contestare, criticare le commemorazioni ufficiali, disertare. Ma è… Continua a leggere 4 novembre :: Una brutta pagina della storia

Obiezione alla guerra!

Sosteniamo e proteggiamo gli obiettori e i disertori di Russia, Ucraina e Bielorussia La campagna #ObjectWarCampaign invita tutti i cittadini di ogni parte del mondo a unirsi allo sforzo internazionale per garantire protezione e asilo agli obiettori di coscienza e ai disertori russi, bielorussi e ucraini coinvolti nell’attuale guerra nella regione. Sono la nostra speranza… Continua a leggere Obiezione alla guerra!

Europe for Peace :: Fermate la guerra: negoziato subito.

Ritorna la mobilitazione diffusa di Europe For Peace: dal 21 al 23 ottobre di nuovo nelle piazze di tutta Italia. La coalizione Europe for Peace, formata dalle principali reti per la pace in Italia con l’adesione di centinaia di organizzazioni, profondamente preoccupata per l’escalation militare che ha portato il conflitto armato alla soglia critica della… Continua a leggere Europe for Peace :: Fermate la guerra: negoziato subito.

Un libro :: Guerra o rivoluzione

Produzione e distruzione sono gli inquietanti fratelli gemelli del capitalismo. Qui di seguito un estratto, apparso su il manifesto del 21 settembre, dal volume Guerra o rivoluzione. Perché la pace non è un’alternativa, di Maurizio Lazzarato in uscita per DeriveApprodi. Ciò che Marx chiamava «general intellect» è nato con la mobilitazione dell’intera società per il… Continua a leggere Un libro :: Guerra o rivoluzione

assemblea :: Non votare chi ha approvato l’aumento delle spese militari

La guerra è sparita dai giornali, dalle televisioni, dalla campagna elettorale. Ma non è sparita dai pensieri del «piccolo ma deciso gruppo di coloro che, attivi in ogni Stato e indifferenti di fronte a considerazioni e limitazioni sociali, vedono nella guerra, cioè nella fabbricazione e vendita di armi, soltanto un’occasione per promuovere i loro interessi… Continua a leggere assemblea :: Non votare chi ha approvato l’aumento delle spese militari