Biella, 18 giugno :: Giornata mondiale del rifugiato

La Cicloofficina Thomas Sankara e il Coordinamento Antifascista Biellese chiedono la chiusura del CPR (Centro Permanente per i Rimpatri) di Torino. Lo facciamo insieme alla Camera Penale “Vittorio Chiusano” del Piemonte Occidentale e Valle d’Aosta. Il suicidio di Mousse Balde nel CPR torinese non è un incidente ma la conseguenza della gestione di una “tecnologia”… Continua a leggere Biella, 18 giugno :: Giornata mondiale del rifugiato

Articolo in evidenza

Pubblicato
Etichettato come migranti, news

Wassal Houbabi: “Il problema non è l’islam, e l’occidente non è la soluzione”

Su il manifesto del 10/6/2021 è apparsa questa intervista di Giansandro Merli a Wissal Houbabi, attivista femminista intersezionale. Ama hip hop e cultural studies. Nata nel 1994 in Marocco, è cresciuta in Italia. Scrive poesie, articoli e canzoni. Per l’attivista femminista di seconda generazione: «La violenza maschile non è una caratteristica solo delle comunità islamiche.… Continua a leggere Wassal Houbabi: “Il problema non è l’islam, e l’occidente non è la soluzione”

S.O.S. Colombia

Ieri sera ci siamo ritrovate e abbiamo mandato un messaggio concreto di solidarietà e sostegno alle nostre sorelle colombiane. 📢Il loro è un grido potente al quale dobbiamo come antifasciste dare eco per rompere il silenzio assordante attorno alle violenze di Stato in Colombia. Le donne in questo momento stanno pagando un prezzo altissimo, la… Continua a leggere S.O.S. Colombia

Chiudere il CPR di Torino

Ecco il video dell’intervista all’avvocato Vitale durante la manifestazione di venerdì 4 giugno a Torino degli avvocati della Camera Penale contro il CPR. https://www.torinotoday.it/video/manifestazione-cpr-piazza-castello-4-giugno.html Qui il “libro nero” del CPR di Torino redatto dagli avvocati dell’ASGI, Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione.

Centri di Permanenza in attesa della tragedia

La Camera penale “Vittorio Chiusano” del Piemonte Occidentale e Valle d’Aosta prende una posizione netta a proposito del suicidio di Moussa Balde, critica l’operato del CPR, ne denuncia l’illegalità e chiede verifiche e cambiamenti.

Perché uno Stato e due popoli …di Vera Pegna

Mentre la tregua tiene, Israele cambia governo e si rafforza l’egemonia di Hamas, cresce un nuovo punto di vista presente tra le nuove generazioni, fuori e dentro Israele, fuori e dentro la Palestina. Perché non costruire un solo stato con due popoli?Ne scrive Vera Pegna, in un articolo apparso su il manifesto del 3 giugno… Continua a leggere Perché uno Stato e due popoli …di Vera Pegna