Coordinamento Biella Antifascista :: Contro la guerra. Nove tesi per la diserzione

1. La guerra è il mezzo più efficace usato dal capitalismo moderno per espandersi. La guerra è sempre stata lo strumento più utilizzato per affrontare e risolvere le crisi sistemiche del capitalismo.Oggi nel mondo le guerre sono molte: la Terza guerra mondiale è in corso dalla fine della Seconda, è diffusa, a intensità variabile e… Continua a leggere Coordinamento Biella Antifascista :: Contro la guerra. Nove tesi per la diserzione

I media liberi e indipendenti

Mentre tutti i media sono impegnati a raccontarci, “minuto per minuto”, quasi sempre da fonti informative ucraine, la guerra di aggressione della Russia, prosegue il massacro dei Curdi in Siria e Iraq ad opera della Turchia, fedele e attivo alleato atlantico, in disprezzo di qualsiasi regola e contro il diritto internazionale. Ma di loro non… Continua a leggere I media liberi e indipendenti

Basta con la ”Festa del Lavoro”! Il lavoro stanca, ammala, uccide.

Questa è la “Festa dei Lavoratori”. Basta con la ”Festa del Lavoro”: il lavoro stanca, ammala, uccide. Nel 2021 le denunce per infortuni sono state 555.236 (immaginate quelle taciute per le assunzioni precarie o in nero!); i  morti sul lavoro sono stati 1221. Le denunce di malattia professionale protocollate dall’Inail nel 2021 sono state 55.288. … Continua a leggere Basta con la ”Festa del Lavoro”! Il lavoro stanca, ammala, uccide.

Thomas Sankara. Sentenza storica dopo più di 30 anni!

Le tre sentenze di ergastolo pronunciate il 6 aprile dalla corte di Ouagadougou, per l’omicidio di Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso, ucciso insieme ad altri 12 persone durante il colpo di stato del 15 ottobre 1987, sono andate oltre quanto richiesto dalla procura militare. Condannato in contumacia all’ergastolo Blaise Compaore, che divenne presidente all’indomani… Continua a leggere Thomas Sankara. Sentenza storica dopo più di 30 anni!

La morte di Stefano Cucchi ha un colpevole: lo Stato!

“Stefano Cucchi è morto, ucciso dalle botte di chi avrebbe dovuto custodirlo e proteggerlo e dal silenzio di chi avrebbe dovuto parlare, il 22 ottobre 2009. Qualche giorno dopo le foto del suo volto tumefatto sono comparse su alcuni giornali. Subito c’è stato chi è corso a minimizzare e a difendere l’operato delle diverse forze… Continua a leggere La morte di Stefano Cucchi ha un colpevole: lo Stato!

Le guerre e il “capitalismo della sorveglianza”

Oggi, Stati, istituzioni nazionali ed europee, Presidenti, Primi ministri e Cancellerie sono strumenti dei poteri economici del “capitalismo globale” che nella produzione di tecnologie per gli armamenti e la sorveglianza di massa, nella produzione e gestione delle risorse energetiche, e nell’economia finanziaria trovano la forza per determinare le politiche degli Stati nazionali. La guerra in… Continua a leggere Le guerre e il “capitalismo della sorveglianza”

Questo è il tempo delle nuove barbarie!

Questo è il tempo delle nuove barbarie! Questo è il tempo delle aggressioni politiche e militari. Questo è il tempo delle guerre. Le diplomazie falliscono, incapaci di individuare le priorità e le emergenze. Gli Stati si limitano alla difesa degli interessi di parte e ignorano le condizioni globalizzate dell’economia e della politica. Le spinte nazionaliste… Continua a leggere Questo è il tempo delle nuove barbarie!

Questa volta la trappola della Alternanza scuola lavoro è stata mortale

Sgomento per la morte di Lorenzo, uno studente obbligato al lavoro gratuito dalla “Alternanza scuola lavoro”. Una morte che si aggiunge ad altre, quotidiane, sui luoghi di lavoro. L’Alternanza scuola lavoro è una trappola: sottrae tempo allo studio, alla ricerca, alla conoscenza; non può dare gli strumenti per imparare un lavoro; fornisce, per qualche settimana,… Continua a leggere Questa volta la trappola della Alternanza scuola lavoro è stata mortale

In difesa del pensiero critico

Quando il pensiero razionale si fa ideologia può diventare dogmatico e intollerante. Il pensiero razionale è pensiero critico. Il pensiero critico induce al dubbio, non si trincera, non aggredisce, perché non produce certezze. Molti intellettuali “progressisti”, anche comunisti, ribadiscono, giustamente, di credere nella scienza. Ma molti sembrano ignorare che la ricerca scientifica è collettiva ma… Continua a leggere In difesa del pensiero critico

Che fare?

“Una nuova rivoluzione non è possibile se non in seguito a una nuova crisi“, scriveva Karl Marx, nel 1850, due anni dopo le “rivoluzioni borghesi” del 1848. Il nostro compito potrebbe essere quello di favorire “una nuova crisi” e così rendere possibile la “rivoluzione”. Ma oggi, dopo la sconfitta (sulla quale non abbiamo ragionato abbastanza),… Continua a leggere Che fare?