Il “diritto al giudizio”

Un anno fa è scomparso Franco Rotelli, uno dei collaboratori di Basaglia a Trieste. E’ stato un costruttore di alternative al manicomio e ha immaginato il lavoro della “città della cura”.Qui vi proponiamo (apparso su il manifesto) il suo intervento al IX convegno nazionale dell’Associazione italiana dei Professori di Diritto Penale, del 2021, perché in… Continua a leggere Il “diritto al giudizio”

La transizione energetica è impossibile nel capitalismo …di Raúl Zibechi

Il sistema capitalista è profondamente dipendente dai combustibili fossili, in agricoltura quella dipendenza è decisiva. I poteri economici e le istituzioni internazionali lo sanno, non possono e non vogliono sbarazzarsi del fossile. Per questo promuovono una “transizione energetica” con cui consolidare potere e consenso in un periodo di caos climatico. In questo senso, il “capitalismo… Continua a leggere La transizione energetica è impossibile nel capitalismo …di Raúl Zibechi

La “transizione” che non c’è. Intervista a Jean-Baptiste Fressoz

Sta facendo discutere in Francia il saggio Sans transition. Une nouvelle histoire de l’énergie («Senza transizione. Una nuova storia dell’energia») pubblicato da Jean-Baptiste Fressoz, storico della scienza e docente alla Scuola di studi superiori in scienze sociali di Parigi. Il libro, edito da Seuil e non ancora tradotto, riprende il celebre detto di Fredric Jameson… Continua a leggere La “transizione” che non c’è. Intervista a Jean-Baptiste Fressoz

Una nuova agricoltura contadina

La costruzione di un nuovo mondo contadino è alla base della messa in sicurezza del territorio e per la bonifica delle acque, e necessaria per qualsiasi processo di “transizione ecologica”. Per questo, conoscenze e pratiche che riguardano la fertilità del suolo, la ricostruzione dei muri a secco, la manutenzione delle strade vicinali, la vendita diretta… Continua a leggere Una nuova agricoltura contadina

Sotto la banca il clima crepa …di Marco Bersani

Nei sette anni dalla firma dell’Accordo di Parigi, le banche con sede nell’Unione Europea hanno erogato 327,15 miliardi di dollari in prestiti e sottoscrizioni a favore di combustibili fossili (239,63 mld) e attività agricole industriali nel Sud globale (87,42 mld). Con una media annuale, fra il 2016 e il 2022, di 46,74 miliardi di dollari… Continua a leggere Sotto la banca il clima crepa …di Marco Bersani

L’inganno del Ponte di Messina

Ignorante, arrogante e presuntuoso sono le qualità del Ministro delle infrastrutture, lo sanno in molti ma il potere è stare al potere. Lui gioca la carta del Ponte per passare alla storia, prima che l’eccesso di colesterolo lo fermi.Una infrastruttura faraonica che muoverà milioni di metri cubi di terra dissolvendo il paesaggio tra Scilla e… Continua a leggere L’inganno del Ponte di Messina

Torino :: Concertazione e controllo. Come sinistra e terzo settore riscrivono le politiche sulla casa …di Flavia Tumminello

Da tempo compiamo un percorso di analisi e denuncia dei processi di “gentrificazione” delle città, con i loro risvolti drammatici: espulsioni, sgomberi, repressione dei movimenti che vi si oppongono, ma anche trasformazione del tessuto urbano, delle relazioni sociali, ecc. L’ultimo è stato un articolo su Bologna, che per prima ha sperimentato l’uso della città come… Continua a leggere Torino :: Concertazione e controllo. Come sinistra e terzo settore riscrivono le politiche sulla casa …di Flavia Tumminello

Tri.NO :: Contro il sito per rifiuti radioattivi

Qui firma la petizione: https://chng.it/rgTG568JxS Purtroppo, le cose non stanno andando come avremmo sperato andassero e cioè che si continuassero ad utilizzare le stesse regole e valutazioni scientifiche usate per individuare i siti idonei della CNAI, anche per le autocandidature.Un sindaco alza la mano e dice: “metto a disposizioni il mio territorio anche se non… Continua a leggere Tri.NO :: Contro il sito per rifiuti radioattivi

Noi siamo le rivolte della terra

Questo che segue è un documento di Les soulevements de la terre (apparso su Comune-Info) uno dei più interessanti e repressi movimenti francesi degli ultimi anni che declina le proteste ambientali con la gestione dell’acqua, delle terre e contro l’agricoltura intensiva, senza separare le questiona ecologica dalla questione sociale. Consapevoli che: “L’attuale movimento, nella sua… Continua a leggere Noi siamo le rivolte della terra

Finta la neve, veri i rischi!

Guido Sassi in un articolo apparso su l’ExtraTerrestre de il manifesto, di dice che “La diminuzione delle precipitazioni nevose negli ultimi anni ha colpito l’Italia più di molti altri Stati europei, con la conseguente crisi del turismo invernale nei comprensori sciistici. […]Lo sci alpino copre ancora il 60% delle attività sportivo/ricreative invernali sulla neve. In… Continua a leggere Finta la neve, veri i rischi!

Il capitale nelle campagne …di Emanuele Brancaccio

La “rivolta” degli agricoltori sembra protrarsi nonostante le promesse dei governi europei e la decisione di poter continuare ad inquinare usando i pesticidiIl governo italiano stretto nelle regole economiche europee e globali ammansisce i rivoltosi con visite notturne e attestati di solidarietà, ma pare poco convincente. L’opposizione, in linea con l’Europa, critica il governo ma… Continua a leggere Il capitale nelle campagne …di Emanuele Brancaccio

La nostra vita non è un gioco

05-11 Febbraio 2024Appello nazionale alla mobilitazione diffusa contro le Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026 Appello rivolto a tutte le realtà che vivono e lottano nei territori direttamente interessati dalle devastazioni e infrastrutture in vista dei Giochi Olimpici Invernali del 2026 per organizzare iniziative e mobilitazioni diffuse nella settimana del 6 febbraio 2024, a due anni dall’inaugurazione… Continua a leggere La nostra vita non è un gioco

Le proteste dei “contadini” e il mercato …di Matteo Bortolon

Il sistema agricolo europeo si basa su due fattori: i contributi pubblici e il lavoro super sfruttato dei braccianti agricoli (in larga parte immigrati). La “questione agraria” è irrisolta e si aggrava con l’incapacità della politica di avviare in modo democratico politiche agricole rispettose dell’ambiente. Corporativismo e populismo nascondono i conflitti di classe, la crisi… Continua a leggere Le proteste dei “contadini” e il mercato …di Matteo Bortolon

In difesa della libertà di manifestazione

Manifestare pacificamente in modo nonviolento è un diritto garantito dalla Costituzione. E questo diritto deve essere garantito a chiunque e in particolar modo ai giovani che non hanno altro modo per far sentire la propria voce e sono coloro che si troveranno a vivere più intensamente le conseguenze della crisi climatica: un pianeta sempre più… Continua a leggere In difesa della libertà di manifestazione

Contro la città autoritaria ..di Alfredo Alietti e Romeo Farinella

Il presente testo costituisce la premessa di una riflessione intrecciata, che coinvolge un sociologo urbano e un urbanista, riguardante il futuro delle nostre città e il loro ruolo all’interno dei processi democratici.Queste alcune coordinate “per individuare il crescente autoritarismo nelle politiche urbane: 1) egemonia delle rendite immobiliari e rigenerazione urbana diretta alle classi più ricche… Continua a leggere Contro la città autoritaria ..di Alfredo Alietti e Romeo Farinella

Alcuni PFAS sono cancerogeni. La conferma dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC)

A dicembre 2023 l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha completato le valutazioni circa la cancerogenicità di due molecole appartenenti al gruppo dei PFAS (sostanze poli- e perfluoroalchiliche): l’acido perfluoroottanoico (PFOA) e l’acido perfluoroottanosolfonico (PFOS). Dopo aver esaminato attentamente l’ampia letteratura scientifica, il gruppo di lavoro, composto da… Continua a leggere Alcuni PFAS sono cancerogeni. La conferma dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC)

Bisogna parlare di cura. Lettera aperta del Forum Salute Mentale

Qui troverete una drammatica lettera aperta indirizzata al Ministro della salute, ai presidenti delle regioni, ai direttori generali, ai sindaci da Peppe Dell’Acqua, psichiatra, a nome del Forum Salute Mentale.E’ un grido di dolore e di rabbia per le difficoltà che attraversano i servizi di salute mentale in una fase difficilissima, sempre più difficile, Senza… Continua a leggere Bisogna parlare di cura. Lettera aperta del Forum Salute Mentale