Le nostre domande per la verità sulla morte di Stefano

Le nostre domande per la verità sulla morte di Stefano 

1) In quante caserme dei carabinieri è transitato Stefano Cucchi dal momento del fermo all’arrivo a Piazzale Clodio?

2) Perché la notte dell’arresto Stefano fa chiamare un’ambulanza ma poi rifiuta di farsi trasportare in ospedale?

3) Perché i carabinieri non chiamarono il legale di fiducia della famiglia come richiesto da Stefano?

4) Perché Stefano fu visitato dal personale dell’ambulatorio della Città giudiziaria?

5) Perché il giudice gli negò gli arresti domiciliari?

6) Perché da Regina Coeli Stefano fu spedito immediatamente al pronto soccorso del Fatebenefratelli?
7) Perché a mezzanotte del venerdì Stefano firmò per lasciare l’ospedale e tornare in cella?

8) Perché dal Fatebenefratelli, al momento del secondo ricovero, Stefano fu confinato al reparto penitenziario del Pertini?

9) E’ vero che i medici del Pertini scrissero al giudice preoccupati dall’aggravarsi delle condizioni di Stefano?

10) Perché i medici del Pertini non sapevano che la famiglia di Stefano tentava da giorni di mettersi in contatto con loro?

11) Perché al consulente della famiglia non fu consentito di effettuare foto e riprese nel corso dell’autopsia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.