Reggio Emilia, 17/1/2020 :: Conflitto sociale e rappresentanza nel primo dopoguerra

culture,movimenti&reti 29 Dicembre 2019 | 0 Comments

Per il movimento operaio il primodopoguerra (1919-1920-1921) fu una fase caratterizzata a livello sociale da estese lotte e movimenti radicali, nelle fabbriche e nelle campagne in molti paesi europei e nel nostro paese, con un forte coinvolgimento anche in Emilia Romagna.

Emersero conseguenze e problemi che investirono profondamente il rapporto con la rappresentanza politica e sindacale con sviluppi che influenzarono la fase successiva e che ancora oggi il movimento operaio, a conclusione di una intera fase storica, in piena crisi, si trova ad affrontare in un quadro profondamente trasformato.

L’iniziativa seminariale si propone di conoscere, approfondire e riflettere le vicende del conflitto sociale e della rappresentanza in quegli anni per uno sguardo sul passato che possa anche aiutare la riflessione sul presente e sul futuro.

Si sottolineano a questo scopo:
– le caratteristiche della conflittualità sociale nel primo dopoguerra;
– differenze e divisioni nei vari soggetti di rappresentanza;
– come fu vissuta dai lavoratori la conclusione di quella fase;
– analogie con il biennio 68-69?

 

PROGRAMMA 

ore 10.00

Tommaso Cerusici
“Memoria e archivi. I materiali e gli archivi della C.d.L.T di Reggio Emilia – Primi risultati”

Romeo Guarnieri – Istoreco
“Le ricerche più recenti di Istoreco: le lotte nelle campagne in Emilia Romagna e l’occupazione delle Reggiane”

Proiezione del filmato dell’Archivio Nazionale antifascista della Resistenza sul biennio rosso  dei Consigli di fabbrica a Torino (1919-1920) raccontato dai protagonisti

ore 13.00 – sospensione con rinfresco

ore 14.00

Ivano Bosco – Segretario Generale C.d.L.T. di Reggio Emilia

Luca Baldissara   – Università di Pisa
Mirco Carrattieri   – Direttore Istoreco
Ignazio Masulli     – Università di Bologna
Maria G. Meriggi  – Università di Bergamo
Fabrizio Loreto     – Università di Torino
Adolfo Pepe         – Fondazione Di Vittorio

Coordinamento di  Tiziano Rinaldini  Fondazione Claudio Sabattini

Leave a Reply