Nuove analisi dall’Osservatorio sociale sul biellese.

La città di sotto,letture&ascolti&visioni 1 gennaio 2015 | 0 Comments

Ci permettiamo di segnalare…

WWW. OSSERVABIELLA.IT
L’osservatorio sociale sul Biellese
Un progetto promosso da Caritas e CSV Biella
con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
 

La popolazione nei comuni del Biellese, le nascite e l’immigrazione

Calo demografico, diminuzione delle fasce giovanili e invecchiamento della popolazione sono fenomeni ormai noti. Ma ci sono differenze tra i comuni del Biellese e le diverse zone del territorio. Nei comuni della pianura tra l’Elvo e il Cervo e in alcuni della Serra (Mongrando, Zubiena), la situazione appare relativamente migliore, con una popolazione che é rimasta stabile negli ultimi otto anni. La Valsesserae la Valle Stronadi Mosso vivono una situazione molto più grave, con un calo che si attesta intorno al 10% rispetto al 2006. Una situazione di media criticità caratterizza invece i comuni delle colline centrali e orientali e della Bassa Valle Cervo, in calo del 3-4%. Rispetto alle diverse fasce di età, vi sono zone in cui una persona su tre ha oltre 65 anni, come in Alta Valle del Cervo (30,2%) e in Valsessera (31,8%).

Il calo delle nascite prosegue in modo costante: se nel 2008 erano stati 1109 i parti avvenuti presso l’ospedale di Biella, si é scesi gradualmente fino a 846 nel 2013. L’esame per nazionalitá delle madri mostra come tale calo sia dovuto esclusivamente alle donne biellesi: i parti da donne italiane infatti sono calati da 923, nel 2008, a 657 del 2013, mentre quello delle donne di altre nazionalitá é rimasto stabile (da 186 a 189). Questo calo si spiega con le scelte personali e di vita, come vissuto e conseguenza della crisi del lavoro e anche con la diminuzione di donne in etá fertile, dovuto al precedente calo delle nascite avvenuto anche nel Biellese a partire dagli anni Ottanta. Negli ultimi anni infatti sono diminuite le donne (italiane) in etá fertile: se consideriamo le donne italiane in età 25-49 anni, si passa dalle 29473 del 2008 alle 25829 del 2014). Questa minore presenza di potenziali mamme (4mila in meno in soli 8 anni) si ripercuote ovviamente sulle nascite e contribuisce a spiegare tali dinamiche.
Se il 22% dei parti avviene da parte di donne non italiane, significa che nel Biellese almeno un bambino su cinque é di origine immigrata. Il Biellese futuro prossimo sarà sempre più fondato su persone con genitori provenienti da altre nazionalitá, ma nati e cresciuti all’ombra del Mucrone.
Quasi incredibile il caleidoscopio di nazionalità che oggi convivono nel Biellese: sono ben 114 le diverse nazionalità rappresentate oggi nel Biellese, con una diminuzione della presenza di persone provenienti dal nord Africa (su tutte il Marocco: da 3.401 nel 2011, a 3.168 nel 2014) e un lieve incremento di persone dall’est Europa o dalla Cina negli ultimi cinque anni.
Un’incidenza complessiva della popolazione immigrata che, comunque, è la piú bassa rispetto alla situazione che si registra nelle altre province del Piemonte. Biella infatti é la provincia con il minor saldo migratorio nel 2014, la minore variazione nel periodo 2010-2014 (3,8%, a fronte di una media regionale del 12.8% e italiana del 16.2%) e che oggi vede la minore incidenza di immigrati (5,9%) tra tutte le province del Piemonte, mentre mostrano una presenza sopra la media (che é pari al 9.6%) soprattutto Asti, Alessandria, Cuneo e Novara.

>>  Per approfondimenti si vedano gli articoli:
– La popolazione nelle diverse zone del Biellese  >>>
– Aggiornamento del dossier immigrazione 2013-2014  >>>

 

 


L’Osservatorio: ultimi aggiornamenti

– Area Demografia – “La popolazione dei comuni biellesi: andamento per aggregazioni territoriali
L’andamento demografico dei comuni del Biellese dal 2006 al 2014, per aggregazioni territoriali, per singoli comuni e distribuzione rappresentata su mappa (dicembre 2014)- Area  Risorse  – “Quali aiuti nel Biellese?
Aggiornamento della scheda “Assegni di studio” della Regione Piemonte. Nuove modalità e termini di presentazione della domanda (dicembre 2014)

– Area Osservatorio – Dossier “L’immigrazione nel Biellese
Aggiornamento dati sui permessi di soggiorno, demografia, fasce di età, nazionalitá di provenienza, assunzioni, ricoveri in ospedale, parti e ivg, accessi al pronto soccorso, per gli anni 2013 e 2014 (dicembre 2014)

– Area  Risorse  – “Risorse per l’abitare
Aggiornamento della sezione Sostegno alla locazione (novembre 2014)

– Area  Download  – “Politiche Piemonte
Pubblicato un articolo su Osservabiella perla Rivista IRES “Politiche Piemonte” n.7,2014 a cura di Manuela Vinai e Emilio Sulis (novembre 2014)

– Area  Risorse – “Risorse per il lavoro
Aggiornamento della sezione Risorse e aggiunta di due Agenzie per il Lavoro in provincia di Biella (ottobre 2014)

-Area Osservatorio – Sez. Casa – “Il mercato immobiliare: locazioni, mutui e ipoteche, sfratti
Aggiornamento al 2013 dei valori dei canoni di locazione immobiliare secondo le quotazioni dell’ Agenzia del Territorio e dati sugli sfratti eseguiti ed emessi a Biella, Piemonte e Italia, per morosità e finita locazione, per gli anni 2012 e 2013 (ottobre 2014)

 

LetturePolitiche e performance del social housing, di Silvia Fissi e Elena Gori, Maggioli Editore, 2013

La casa costituisce un diritto che condiziona l’accesso agli altri diritti e a una vita dignitosa, perciò il settore dell’edilizia residenziale pubblica (ERP) ha sempre ricoperto un ruolo decisivo per lo sviluppo degli Stati europei. Tuttavia, oggi, si presenta in una condizione di estrema difficoltà, sia per la crescente domanda di abitazioni sociali, sia per i consistenti tagli apportati negli ultimi anni alle politiche pubbliche. L’opera, dopo un’analisi delle politiche europee di social housing, analizza la situazione italiana, con l’obiettivo di comprendere, attraverso la somministrazione di un questionario, quale sia il loro contributo in termini di risultati economico-finanziari.Il volume si trova nella biblioteca di Città Studi nello Spazio Osservabiella con la collocazione 363.6/9

 

Leave a Reply