E’ morto Marcello Cini !!!

culture,news 25 ottobre 2012 | 1 Comment

Fisico di fama internazionale, marxista, è stato tra i fondatori de il manifesto. La sua morte è una perdita di tutto il pensiero critico.  Ispiratore della non neutralità della scienza, il suo nome è legato al volume l’«Ape e l’architetto», ma l’impegno per comprendere il mondo non si è mai fermato, come testimoniano i recenti libri. Scriveva soppesando le parole, ma discuteva con passione senza lasciare respiro al suo interlocutore.
Un intellettuale antidogmatico, raffinato che negli ultimi anni ha studiato con passione l’economia della conoscenza.    Ha unito il rigore analitico a una curiosità che lo ha portato a confrontarsi con Gregory Bateson e a diventare uno dei maggiori esponenti dell’«ambientalismo scientifico».   

“Adesso abbiamo perduto un maestro e la stagione è assai brutta…      Sarà molto utile rileggere i suoi scritti.   Siamo in una fase culturale della dimenticanza, della cancellazione del passato per vivere o sopravvivere in un confuso presente. Sforziamoci di non dimenticare Marcello.”   (Valentino Parlato)

One Response on “E’ morto Marcello Cini !!!”

  1. gold price ha detto:

    Nella vicenda nucleare italiana Marcello mostrò una delle sue qualità migliori: non vi entrò subito, si studiò bene le cose, tutte, e il suo ingresso fu con un testo completo, che valutava la scelta nel quadro della politica internazionale e della politica industriale italiana, messe a confronto con l’aggressione sanitaria da riservare a quelli di Trino o di Montalto di Castro. Fu così che fu costretto ad impicciarsi di ambientalismo e nacque Legambiente perché le battaglie ecologiste avessero una base scientifica forte. Poi ancora un’ulteriore fase di ricerca: quella sulla «economia della conoscenza» con una caratterizzazione nuova e significativa di spunti filosofici che ampliavano il campo della ricerca e della proposta, ma anche dell’apprendimento. Imparare da chiunque: negli ultimi tempi anche dalle persone – una badante, un giovanotto – che gli davano aiuto.

Leave a Reply