Per Vittorio Arrigoni

globalizzazione,La città di sotto,movimenti&reti,news,uscire dalla politica 15 aprile 2011 | 0 Comments

Si può morire per la pace senza fare la guerra.           Si può provare a conquistare la pace contro la guerra.      Chi lo fa non è un eroe, è solo un volontario, uno che si mette in gioco per raggiungere un obiettivo che non è solo il suo ma di molti, molti altri.        Chi lo fa non guadagna migliaia di Euro ma rischia ugualmente la vita.           Si può morire per la pace contro la guerra.         Chi lo fa non è un eroe perché non lo fa per la Patria,  lo fa per quelli che la guerra la subiscono, lo fa per l’intera umanità.

Grazie Vittorio (ma siamo molto tristi).

 

Leave a Reply