Radio Blackout di Torino non deve chiudere!

Il Comune di Torino non rinnoverà il contratto di affitto a Radio Blackout.    I 1.300 euro al mese, regolarmente versati, non possono competere con il “progetto di riqualificazione” dell’area, finanziato da Allianz e Vodafone. Questo sfratto equivale ad una censura! Una radio no profit, senza finanziamenti pubblici o privati, capace di autonomia politica, strumento straordinario… Continua a leggere Radio Blackout di Torino non deve chiudere!

La morte di Stefano e la “questione giovanile”.

La morte di Stefano Cucchi non è solo un delitto di Stato ma ci rivela l’incapacità di questo Stato di affrontare i problemi relativi alla condizione giovale. Incapace di capire e agire sui problemi, inscrive i comportamenti giovanili nel registro delle devianze e introduce nuove categorie (come il bullismo) per poter affrontare tali fenomeni soli… Continua a leggere La morte di Stefano e la “questione giovanile”.

Le nostre domande per la verità sulla morte di Stefano

Le nostre domande per la verità sulla morte di Stefano  1) In quante caserme dei carabinieri è transitato Stefano Cucchi dal momento del fermo all’arrivo a Piazzale Clodio? 2) Perché la notte dell’arresto Stefano fa chiamare un’ambulanza ma poi rifiuta di farsi trasportare in ospedale? 3) Perché i carabinieri non chiamarono il legale di fiducia… Continua a leggere Le nostre domande per la verità sulla morte di Stefano

La morte di Stafano Cucchi è “violenza di Stato”!

La morte di Stefano Cucchi è un fatto drammatico ma non insolito, è brutale e frequente, è gravissimo e accadrà ancora. L’assassinio di Stefano Cucchi è una violenza di Stato! E’ il sintomo duraturo di una forma di Stato che pratica la cultura della discriminazione e della violenza come forme di normalizzazione. La separazione e… Continua a leggere La morte di Stafano Cucchi è “violenza di Stato”!

Incarcerazioni facili problema italiano, di P. Persichetti

Sempre a proposito della “società del controllo”, della deriva securitaria e del rispetto della persona… marco   Dal ’45 a oggi 4 milioni e mezzo vittime di errori giudiziari. Un terzo dei detenuti in attesa di processo Incarcerazioni facili problema italiano Paolo Persichetti   Dal dopoguerra ad oggi sono circa quattro milioni e mezzo le… Continua a leggere Incarcerazioni facili problema italiano, di P. Persichetti

La società del controllo

Forse questa è una storia estrema o di ordinaria follia. Forse un incidente o il prodotto della scarsa qualità di alcuni servizi… Resta la sensazione però che la deriva securitaria e repressiva messa in atto dalle istituzioni con la complicità della politica lassista e giustizialista e della società impaurita, urlante o afasica che sia, siano oggi il pericolo… Continua a leggere La società del controllo